Jump to
Press alt + / to open this menu
CommunitySee All
Highlights info row image
459 people like this
Highlights info row image
469 people follow this
People
People Also Like
Photos
Posts

Siete pronti a seguirci per i 218km di como? il giro di CIVITAS - Progetto Città "DI STRADA IN STRADA" parte lunedì.

Lunedì parte #DISTRADAINSTRADA che mi porterà per Como a percorrere i 218km che compongono Como a piedi, strada per strada. Una campagna che vuole essere anche simbolica: primo, lo stare con i piedi per terra, perché se ne sentono di tutti i colori, e invece la concretezza della vita delle persone è il quotidiano. Secondo, perché rendersi disponibili per ammini...strare significa rendersi disponibili a fare fatica, e con questo cammino vogliamo dimostrarlo.
Il percorso sarà documentato sui nostri canali, seguiteci e vi porteremo con noi, giorno dopo giorno, per tutte le strade di Como.
Bruno Magatti per Como
http://www.magattipercomo.it/
CIVITAS - Progetto Città
http://www.civitas.co.it/

See More
CIVITAS - Progetto Città
May 6

siete pronti a seguirci per i 218km di como? Bruno Magatti per Como
DI STRADA IN STRADA parte lunedì

Lunedì parte #DISTRADAINSTRADA che porterà Bruno Magatti pe...r Como a percorrere i 218km che compongono Como a piedi, strada per strada. Una campagna che vuole essere anche simbolica: primo, lo stare con i piedi per terra, perchè se ne sentono di tutti i colori, e invece la concretezza della vita delle persone è il quotidiano. Secondo, perchè rendersi disponibili per amministrare significa rendersi disponibili a fare fatica, e con questo cammino vogliamo dimostrarlo.

Il percorso sarà documentato sui nostri canali, seguiteci e vi porteremo con noi, giorno dopo giorno, per tutte le strade di Como
Bruno Magatti per Como
http://www.magattipercomo.it/
CIVITAS - Progetto Città
http://www.civitas.co.it/

See More

Qualche volta è sufficiente sentirsi parte dello stesso sistema per ridurre al minimo le criticità

No automatic alt text available.
Image may contain: 1 person
Posts
Bruno Magatti per Como added a post from June 27 at 2:00am to their timeline.

Ovunque, in queste amministrative 2017, ha vinto il centrodestra, in una giornata caratterizzata da un’astensione mai vista prima,.
Ovunque ha vinto con le stesse parole: sicurezza, ordine, famiglia. Dietro le quinte il tema migranti e le guerre tra poveri.
Al PD vanno le maggiori responsabilità e l’invito a trarne le conseguenze. Si è dimenticato in fretta il referendum del dicembre scorso, che aveva liquidato l’ipotesi renziana del partito unico per ridare spazio a modelli ...

Continue Reading
Bruno Magatti per Como added a post from June 23 at 12:00am to their timeline.

Fino all'ultimo. Ieri mattina, come sempre nell'ombra, sono stato attivamente presente in Prefettura in veste di assessore alle politiche sociali al tavolo territoriale. Ho dato, come sempre, il mio contributo di analisi, visione e proposta nei riguardi delle problematiche dei cittadini stranieri presenti da anni nel nostro territorio. Su questi temi, come sulle condizioni di vulnerabilità sociale presenti nella nostra città, ho maturato solida competenza e grande consapevole...zza fondate su una conoscenza non parziale ma accurata e diretta dei problemi e delle situazioni e su un'analisi delle criticità. Ho lasciato il mio contributo, la mia visione e le mie proposte in vista della costruzione delle soluzioni più efficaci a problematiche connesse ai temi del lavoro (precarietà, disoccupazione, sfruttamento, sottooccupazione), dell'alloggio (morosità, sfratti, sovraffollamento, condizioni igieniche, etc.), della scolarizzazione di minori e adulti, dell'integrazione... Sono temi seri e complessi che non si affrontano né con l'improvvisazione né con i buoni sentimenti, ma con una rielaborazione non retorica o strumentale di ciò che accade e una visione di ciò che è necessario fare per costruire una società nuovamente consapevole e quindi in grado di prevenire, con scelte politiche adeguate, esiti umani e sociali devastanti, costi personali ed economici Concludo: nulla di tutto ciò ha nemmeno sfiorato la campagna elettorale, perché siamo in una realtà virtuale che decide di che cosa si deve parlare e come se ne deve parlare.

See More

Ancora, nei giorni scorsi come tante volte in questi anni, sono stato accanto e mi sono fatto carico della fatica di una marginalità​ disperata.
In questi anni ho ascoltato​, avvicinato, sostenuto e accompagnato moltissime di queste situazioni, mettendo a disposizione me stesso, prima ancora che le mie competenze e gli strumenti per navigare nel labirinto delle "regole" e dei diritti.

Queste sono le persone che possono dire di avermi davvero incontrato, i miei veri compagni di strada di questi anni.

Bruno Magatti per Como added a post from June 17 at 5:00am to their timeline.

Con Gianfranco Garganigo in questi anni di "strada" insieme si era consolidata amicizia e stima reciproca. Oso dire "confidenza". Ci conoscemmo, molti anni addietro. nei tempi in cui fu Presidente del Consiglio di Istituto del Liceo Giovio. Poi la politica, l'impegno nel sociale, la comune volontà di alimentare di "pensiero" lo spazio civico e del volontariato, l'idea, condivisa in spazi diversi, di operare per l'educazione permanente degli adulti, la ricerca di una prospettiva nuova per l'età anziana, gli incontri, i convegni, le riflessioni scambiate. Sento, dentro di me, la sua voce, risuonano i pensieri, condivisi solo qualche sera fa, come una sollecitazione a continuare per quelle stesse strade.

Nello stile di Civitas stamattina abbiamo avuto un confronto chiesto dal candidato sindaco Maurizio Traglio.
Abbiamo sottolineato la nostra distanza da logiche mercantili e ribadito la assoluta necessità di un diverso e radicale cambiamento di rotta oltre che in termini di qualità, metodo, obiettivi politico-amministrativi, condivisione delle scelte e stile relazionale.
Non esistendo presupposti e condizioni politiche, nessun accordo è stato raggiunto.
Siamo sicuri che gli elettori di Civitas abbiano gli strumenti per compiere ponderate valutazioni sul voto.

Questo pomeriggio abbiamo avuto un incontro chiesto dal candidato sindaco Maurizio Traglio.
Abbiamo affermato gli stessi temi di metodo, obiettivi politico-amministrativi, condivisione delle scelte e stile relazionale espressi nell'altro incontro con i segretari del PD.
Non abbiamo ricevuto alcuna proposta né di apparentamento né di accordo e tanto meno di "cadreghe".

Nei giorni scorsi i segretari regionale e provinciale del PD ci hanno chiesto un incontro in cui abbiamo riaffermato le irrinunciabili ragioni che hanno portato all’esperienza di Civitas e al consenso espresso da molti cittadini.
Qualità, metodo, obiettivi politico-amministrativi, condivisione delle scelte e stile relazionale sono per noi non-negoziabili.
Siamo persone aperte al dialogo ma non saliremo su “barche” delle quali non condividiamo la rotta.
Ribadiamo la nostra es...traneità a logiche di “scambio” o di “posti”.
Informiamo, infine, che nessun contatto diretto con la nostra lista Civitas è stato cercato da parte dei candidati sindaci al ballottaggio.
[Bruno Magatti per Como per CIVITAS - Progetto Città]

See More

Per la rubrica #DisastriDiComo parliamo infine delle paratie a lago.
Non è difficile trovare chi fosse contrario alle paratie sin dall'inizio, da quel lontano 1996 in cui se ne iniziò a parlare.
Noi eravamo tra quelli perché la città di Como ha sempre vissuto in simbiosi col proprio lago che usava per commerciare, per muoversi, per comunicare, per nutrirsi e non l'aveva mai percepito come "nemico" da cui difendersi.
La scelta sciagurata della destra di "portare a casa i sold...i" della legge Valtellina ha provocato i disastri che vediamo e neppure l'impegno per un totale ripensamento basato su studi scientifici del Politecnico e dell'Insubria, oltre ad uno splendido progetto architettonico, è riuscito a sbloccare una situazione così complessa e compromessa.
Ora non resta che vigliare ma vale la pena di mettere una foto del "muro" che è il simbolo di un'opera sbagliata che non avrebbe mai dovuto nemmeno essere pensata, figuriamoci realizzata.
Fonti:
http://www.paco.co.it/cernezzi/ParatieALago/index.htm
https://ecoinformazioni.wordpress.com/…/paco-dal-96-si-sa-…/
http://pico.co.it/…/le-paratie-a-lago-inutili-rischiose-da…/

See More
Image may contain: sky, outdoor and water

In questi giorni mi tornano continuamente alla mente le riflessioni di Hannah Arendt sulla banalità del male e sulla incapacità diffusa di comprendere gli avvenimenti, su cui si fonda ogni regime: "I sudditi ideali del regime totalitario non sono il nazista convinto oppure il comunista convinto, ma le persone per le quali non c’è più differenza tra realtà e finzione, tra il vero e il falso".
Vorremmo anche rassicurare chi ci osserva per qualche "disobbedienza" di CIVITAS - Progetto Città: "Una forte tendenza al rifiuto di obbedire è spesso accompagnata da una tendenza altrettanto forte al rifiuto di dominare e di comandare."

Bruno Magatti per Como is with Andrea Rinaldo and 12 others.
June 10

Come fare Como.

Como si appresta a affidare la città alla guida di un nuovo sindaco e di un nuovo gruppo di amministratori.
Dopo un lungo periodo di egemonia dell’individualismo Como ha iniziato molto timidamente a pensarsi come comunità ma ha ancora bisogno di molta «Civitas». Serve che la città metta a fuoco il ruolo di luogo abitato da persone di diversa origine, dove si sviluppano forme molteplici di operosità, di vita associata, attività, relazioni e rapporti di solidari...età. Serve che si metta a fuoco il ruolo del cittadino come persona libera con diritti e doveri. Per questo risulta significativo il progetto del gruppo «Civitas», raccolto attorno al concetto di cittadinanza.
Oggi nella “città” è forte la richiesta dei cittadini di partecipare alla vita pubblica, indipendentemente dal proprio stato sociale: chi sarà chiamato a governare dovrà ascoltare i cittadini e prestare un’attenzione vera alle loro istanze, consentendo loro una positiva partecipazione attiva alla vita pubblica. È importante quindi il rispetto, la solidarietà e l’autentica partecipazione, attraverso le quali il cittadino si può esprimere.
Per far questo però non bastano i programmi e gli enunciati ma bisogna avere conoscenza ed esperienza: la vera differenza è nel “know how”, detta all’anglosassone, ovvero nel metodo in cui si perseguono gli obiettivi, nella cura del processo, insomma nella capacità di elaborare e praticare “come fare le cose” per portare a risultati concreti e chiudere definitivamente con la sindrome del “decidi, annuncia, difendi” che troppo spesso assilla le amministrazioni pubbliche.
Le esperienze recenti rinforzano la nostra convinzione che il ruolo del “primo cittadino” risulti determinante nell’equilibrio complessivo dell’azione amministrativa e nell’efficacia delle scelte per il bene della città e dei suoi cittadini. Alcune condizioni, come cultura, onestà, equilibrio, capacità di ascolto e relazione attengono alla sfera delle qualità personali e umane, mentre esistono requisiti che non si possono improvvisare come competenza, esperienza dell’apparato amministrativo, capacità di gestione dei processi e delle figure professionali interne al comune oltre a conoscenza del territorio, delle sue risorse umane, sociali ed economiche.
Per questi motivi noi cittadine e cittadini non direttamente presenti in alcuna compagine che si presenta alle elezioni amministrative del prossimo 11 giugno, riconosciamo nel gruppo «Civitas» e nel candidato sindaco Bruno Magatti il progetto più interessante e più adeguato a rappresentare le attese e i bisogni della città in questo momento storico.

Rosalba Benzoni
Gigliola Canepa
Guido Castelli
Paolo Ceccoli
Giuseppe De Toma
Luciano Forni
Riccardo Gagliardi
Fiammetta Lang
Mario Longatti
Mauro Magatti
Sergio Masciadri
Luciana Maspero
Giuseppe Monti
Nicoletta Pirrotta
Andrea Rinaldo
Alberto Rovi
Piergiorgio Scilironi
Paolo Sinigagalia
Giuseppe Veca

> http://www.civitas.co.it/sostenitori/

See More
No automatic alt text available.
Image may contain: one or more people and outdoor
CIVITAS - Progetto Città
June 9

Siamo al Tempio voltiano per l'ultimo appuntamento di questa campagna con Bruno Magatti per Como.
Concludiamo in allegria questa campagna dove ci siamo distint...i fin da subito con la nostra proposta, culturale prima ancora che amministrativa. Abbiamo proposto un modello partecipativo invece che fare promesse.
Abbiamo comunicato con trasparenza e cercato di trasmettere le competenze che compongono la lista. Abbiamo incitato al dialogo invece che allo scontro. Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo perché vogliamo una Como inclusiva, unita e partecipata. Crediamo in uno sviluppo economico e sociale equo che dia a tutti* le opportunità che si meritano, dal centro alla periferia.
Grazie a tutti coloro che ci hanno sostenuto, a tutti coloro che hanno partecipato e ci hanno seguiti #DiStradaInStrada. Grazie a tutti quelli che non smetteranno mai di impegnarsi per il bene comune dei cittadini della nostra città.

See More

Per la rubrica #DisastriDiComo oggi parliamo della Ticosa.
Dopo la chiusura dell'azienda oramai 35 anni fa e l'acquisto del comparto da parte del Comune si sono susseguiti millemila progetti di recupero mai concretizzati.
L'apoteosi però è stato lo scandaloso abbattimento con fuochi d'artificio del "corpo C" e degli "shed" ristrutturati in una fredda giornata del gennaio del 2007 insieme ai sorrisi degli sventurati della destra.
Le conseguenze sono state un contratto con Mul...ti mai eseguito, una bonifica da fare con un progetto sbagliato e costi esorbitanti da sopportare per il comune ma soprattutto la mancanza di un edificio che avrebbe potuto essere ristrutturato come il Lingotto, avrebbe potuto essere un ponte verso il futuro come il ComoNext e che invece è stato il motivo di un ricorso per danno erariale.
E allora noi proponiamo il rilancio con una nuova fase di co-progettazione di quello spazio così importante per la città (come già facemmo nel 2002), proponiamo il recupero della Santarella che "merita un'adeguata sistemazione" e proponiamo di insediare un'innovativa centrale a geotermia profonda che possa usare il Cosia come "canale" distributivo del calore.
Fonti:
https://www.youtube.com/watch?v=T55qtoEZbfY
http://www.paco.co.it/cernezzi/exTicosa/DossierTicosa.htm
http://pico.co.it/…/ipotesi-di-danno-erariale-per-laffare-…/

See More
Image may contain: sky and outdoor

Per la rubrica #DisastriDiComo riproponiamo una cartolina elettorale del 2007 in cui si denunciava la scelta di portare "Un ospedale in esilio"
Una scelta insensata che ha causato una quantità di problemi costruttivi per il luogo scelto (una palude), disagi per la distanza dalla convalle, consumo di suolo a cui si sarebbe potuto fare a meno, una speculazione edilizia da evitare e una "cittadella sanitaria" che non arriva mai.
Anziché cercare di spostare i confini del comune c...ome sostiene ora il PD, da queste parti pensiamo che sia valido quello che dicevamo allora: "Diversi studi hanno dimostrato l’insensatezza finanziaria, ambientale, idrogeologica, viabilistica della scelta: due progetti (Terragni e Cosenza) hanno dimostrato che l’Ospedale avrebbe potuto essere ricostruito in loco (come ha fatto Varese)."
Fonti:
http://www.paco.co.it/cernezzi/SantAnna/DossierSantAnna.htm
http://www.paco.co.it/materiali/Varia/07-10TemiPerComo.pdf
http://www.paco.co.it/cernezzi/SantAnna/VotoConsiglio.htm

See More
Image may contain: text

La nostra è una proposta "alta", che vuole offrire un contributo alla costruzione di una CIVITAS - Progetto Città democratica, capace di dare impulso alla ricostruzione di un "noi" nella comunità. Una proposta che crede in concetti come la coesione sociale e sposta la competizione a livello di sistemi: non tutti contro tutti ma un "sistema #Como".

Image may contain: 1 person

L'ultima settimana di campagna elettorale è un buon momento per inaugurare la rubrica #DisastriDiComo.
Parliamo di un disastro evitato: la vendita di ACSM.
Si tratta di uno di quei provvedimenti piombati dall'alto sul territorio: qualcuno aveva deciso che le piccole municipalizzate lombarde dovessero scomparire per essere assorbite nel colosso A2A e non ha esitato a forzare la mano col solito sistema del "non ci sono alternative" per fare in modo che anche la nostra ACSM-AGAM... seguisse questo percorso.
Il Comune di Monza (che insieme al Comune di Como controlla il 51% ed aveva bisogno di fondi) era infatti già pronto a vendere e il nostro territorio avrebbe perso il controllo pubblico, per un piatto di lenticchie potremmo dire, della struttura che eroga servizi essenziali per la nostra comunità come la distribuzione di acqua e di energia. Le scelte di politica industriale sarebbero quindi uscite definitivamente dal nostro controllo senza più la possibilità di perseguire i bisogni del territorio. Questa operazione per fortuna è stata sventata grazie alla convergenza dei consiglieri di Paco-Sel, di AMC e alcuni del PD.
Fonti:
https://ecoinformazioni.wordpress.com/…/acsm-agam-paco-sel…/
http://www.laprovinciadicomo.it/…/cediamo-acsm-agamla-giun…/
https://ecoinformazioni.wordpress.com/…/acsm-agam-non-si-v…/

See More
No automatic alt text available.