Photos
Videos
FALSI ANNUNCI DI LAVORO Molte sono le segnalazioni che ci giungono per tentativi o truffe riuscite a danno di chi risponde ad offerte di lavoro in rete.In alcuni casi ai candidati viene inviato in allegato un documento World da compilare che cela al suo interno un virus.Di norma viene richiesto il preventivo invio di somme di denaro a vario titolo.Ricordiamo che un'offerta di lavoro seria non prevede mai un esborso di denaro per assicurazioni, documenti, alloggio, tasse o altro.Anche l"invio dei propri dati personali può essere fonte di guadagno per i truffatori. In particolar modo la copia di un documento di riconoscimento da usare per altre truffe basate su documenti, come per esempio le truffe sentimentali, le finte prenotazioni alberghiere o i falsi acquirenti di oggetti messi su siti di compravendita. La scansione di un documento, in alcuni paesi, è sufficiente per aprire un conto in banca a nome della vittima, dal quale perpetrare truffe. Può essere utilizzato per creare un account vero da utilizzare per truffare altri utenti. #essercisempre ( immagine tratta da internet VRformazione)
50
8
Buone Feste dalla #PoliziaPostale
1K
234
#BUONANNO #SOCIAL #POLIZIAPOSTALE
654
149
Posts

ADBLOCKER. Abbiamo spesso parlato di adblocker che permette agli utenti d’impedire la visualizzazione di alcuni elementi delle pagine web come le pubblicità invasive le quali impediscono una normale fruizione dei contenuti. L’altro aspetto dei adblocker può essere accumunato alla sicurezza in quanto spesso proprio i banner pubblicitari sono il mezzo di contaminazione attraverso codici malevoli. Come recentemente accertato per alcune pubblicità che contengono JavaScript che genera criptovaluta a favore dei cybercriminali a danno degli ignari utenti. #essercisempre

No automatic alt text available.

#Catania, 24 febbraio 2018
Su delega della Procura Distrettuale di Catania, la #Polizia Postale e delle Comunicazioni ha eseguito una ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale nei confronti di una donna di anni 24 residente a Catania ritenuta responsabile di atti persecutori, commessi attraverso l’uso degli strumenti telematici, nei confronti di una coetanea anch’essa catanese.
L’indagata è stata s...ottoposta alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa con espresso divieto di comunicare con questa con qualsiasi mezzo.
La vicenda trae origine dalla querela presentata circa un anno fa da una giovane, vittima di molestie e minacce reiterate per diversi mesi e compiute su Facebook da un’altra utente con cui aveva solo contatti sul social. Quest’ultima aveva conosciuto la querelante su Facebook e si era innamorata di lei, non contraccambiata. Aveva così iniziato con ossessiva insistenza a inviarle numerosissimi messaggi, oltre 1.600, a qualsiasi ora, in cui le rivolgeva frasi di amore e di tenerezza alternate a espressioni di rabbia e insulti, giungendo perfino a minacciare il fidanzato e gli amici.
I comportamenti dell’indagata avevano ingenerato nella parte offesa un grave e perdurante stato d’ansia e di paura per la sua incolumità costringendola a modificare le sue abitudini di vita.
Sulla base delle risultanze investigative della Polizia Postale, la Procura Distrettuale ha immediatamente richiesto la misura cautelare accolta dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale.

See More
Image may contain: one or more people and screen
Posts

#FAKENEWS
Senatore italiano timbra il cartellino dei suoi colleghi assenti.

Sta circolando in queste ore in Rete, nei social network e attraverso le applicazioni di messaggistica un video che ritrarrebbe un parlamentare italiano nell’atto di timbrare in maniera fraudolenta il cartellino di altri parlamentari assenti con, in sottofondo, una voce che commenta il video riprodotto additando pesantemente il comportamento irregolare giudicandolo comune alla “casta” dei politici ita...liani.
Come è evidente, e ribadito dall’Ufficio stampa e internet del #Senato della #Repubblica, la scena, gli ambienti e le persone riprese non riguardano il Senato della Repubblica, in nessun modo e in nessuna circostanza, quindi tale video non può essere assolutamente messo in relazione e associato al consesso senatoriale della Repubblica.
www.commissariatodips.it

See More
No automatic alt text available.

FAKE NEWS: aumenti in bolletta luce per coprire il debito causato dagli utenti morosi.
Sta circolando in queste ore la notizia, diffusa tramite messaggio testuale e messaggio vocale su WhatsApp e altri social network, secondo la quale nelle bollette luce del prossimo mese di Aprile i clienti in regola con i pagamenti, si troveranno un importo aggiuntivo (dalle 30 alle 35 €.) che coprirà i mancati pagamenti degli utenti morosi. Nel messaggio vocale, una donna riferisce di av...er parlato con un operatore Enel il quale avrebbe confermato l’aumento in bolletta. Enel, nel ribadire la propria estraneità alla vicenda, fa presente che nelle bollette attuali e in quelle dei prossimi mesi non risultano voci aggiuntive.
Anche l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) è intervenuta direttamente con un comunicato stampa per spiegare meglio che il provvedimento è esclusivamente finalizzato a reintegrare gli oneri di sistema a seguito del mancato versamento da parte di alcune imprese venditrici e non di altri clienti morosi. Il relativo impatto sulle bollette dei consumatori finali non è ancora stato quantificato da ARERA, ma in ogni caso l’Autorità ha precisato che sarà molto contenuto.

See More
Image may contain: text

#PoliziadiStato e #BTItalia insieme per contrastare il #cybercrime.
Nelle immagini alcuni momenti della firma dell'accordo firmato oggi a Roma dal Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli, e dell’Amministratore Delegato di BT Italia, Andrea Bono. Alla firma della convenzione erano, inoltre, presenti per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi, mentre per BT Italia, Rodolfo Bini, Responsabile Funzione Sicurezza, e Lucio Micheli, Direttore Vendite-Settore Pubblico

#Polizia di Stato e #BT Italia insieme per contrastare il #cybercrime
Firmato oggi a Roma l’accordo alla presenza del Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli, e dell’Amministratore Delegato di BT Italia, Andrea Bono.
Roma, 22 febbraio 2018 - E’ stato siglato oggi a Roma l’accordo tra la Polizia di Stato e BT Italia SpA per la tutela delle reti e dei sistemi informativi di supporto alle funzioni istituzionali della società.
La convenz...ione, firmata dal Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli e da Andrea Bono, Amministratore Delegato di BT Italia SpA, è finalizzata a sviluppare una collaborazione strutturata tra la Polizia di Stato e la realtà italiana di BT (British Telecom) per l’adozione di strategie sempre più efficaci in materia di prevenzione e contrasto al cybercrime.
In particolare, i sistemi informatici e le reti di telecomunicazione in uso a BT Italia SpA, tra i maggiori provider mondiali di soluzioni di comunicazione nonché principale fornitore di servizi di rete e IT a livello globale, rappresentano una risorsa fondamentale di interesse nazionale per la funzionalità e continuità delle prestazioni fornite nell’ambito dei servizi di pubblica utilità.
La cybersecurity è dunque non solo una necessità, ma una priorità, che la Polizia di Stato e BT intendono garantire attraverso interventi integrati, volti alla condivisione informativa e alla gestione congiunta degli eventi sul piano operativo con i principali attori della sicurezza cibernetica.
Per la Polizia di Stato il supporto verrà assicurato dal Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni che, da anni, si occupa della tutela delle reti informatiche di realtà, sia pubbliche che private, di importanza strategica per il paese.
Analisi dei rischi, scambio informativo, rapporti previsionali sull’evoluzione del cybercrime e sulle sempre crescenti minacce informatiche, gestione di eventi e situazioni critiche con il supporto della sala operativa attiva h24: queste sono alcune delle iniziative di collaborazione previste dall’accordo e che rappresentano un efficace strumento di difesa di fronte alla continua evoluzione delle minacce informatiche.
Alla firma della convenzione erano, inoltre, presenti per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi, mentre per BT Italia, Rodolfo Bini, Responsabile Funzione Sicurezza, e Lucio Micheli, Direttore Vendite-Settore Pubblico. #essercisempre

See More
Image may contain: one or more people, people sitting and screen

FAKE NEWS: Propaganda politica giunta agli italiani residenti all'estero insieme alle schede elettorali. Per maggiori informazioni seguire il link
http://www.commissariatodips.it/…/fake-news-propaganda-poli…

No automatic alt text available.

In pochi si saranno accorti dell’eliminazione del pulsante “Vedi Immagine” in Google Immagini. E’ frutto di una scelta definitiva del gigante dell’informatica sull’onda delle lamentele degli editori e creatori di contenuti multimediali per la facilità con cui gli utenti raggiungono i contenuti a prescindere dal visitare il sito che li contiene o no. La maggiore perplessità viene riscontrata nel caso d’immagine protetta da copyright in cui non veniva mostrata alcuna informazione sul vincolo del diritto d’autore. Sarà sempre possibile fare il download, nel rispetto delle normative, delle immagini attraverso il pulsante "Visita", raggiungendo il sito che le ospita. #essercisempre

Image may contain: one or more people

#NEWS
Tutti i possessori di cellulari #IPHONE, sono invitati con urgenza ad installare l'ultimo aggiornamento di #IOS 11.2.6 che è disponibile sulla piattaforma #Apple. Questo aggiornamento metterebbe al sicuro il proprio iPhone dall’utilizzo di uno dei caratteri degli idiomi indiani.

Image may contain: phone

In questi giorni si sta parlando molto del carattere di uno degli idiomi indiani che può bloccare alcune applicazioni su #iOS o lo stesso #iPhone. La divulgazione di questa notizia ha portato molti “burloni” ad utilizzare questo carattere provocando danni e disagi al mittente. In attesa di rimedi da parte dei costruttori attraverso nuovi firmware o release di sistemi operativi, nel caso un programma di messaggistica istantanea (#WhatsApp, #telegram, #istagram ) o un social rimanga bloccato si può accedere al servizio attraverso la modalità Web ed eliminare la conversazione incriminata. #essercisempre

Image may contain: one or more people and phone

Operazione sottocopertura della #PoliziadiStato: arrestato quarantacinquenne per detenzione di materiale pedopornografico.
La #PoliziaPostale di Torino, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha arrestato un soggetto che, su diverse piattaforme virtuali, scambiava materiale realizzato mediante lo sfruttamento sessuale di minori e deteneva ingente quantità di materiale pedopornografico. L’individuazione del soggetto è avvenuta a seguito di una complessa operazione s...ottocopertura condotta dagli operatori della #Polpost piemontese: attraverso numerose interazioni e a seguito di molteplici conversazioni virtuali, infatti, essi sono riusciti a instaurare una relazione personale e fiduciaria, ottenendo così la cessione di diverso materiale pedopornografico. Tuttavia l’identificazione della reale identità di colui che si celava dietro al profilo, peraltro dal nickname straniero, è stata resa ancora più complicata dall’utilizzo di tecniche di anonimizzazione volte a dissimulare la tracce informatiche. La paziente attività degli operatori, però, ha condotto a scoprire l’identità dell’utente, un quarantacinquenne napoletano residente in Umbria, a carico del quale è stato ottenuto un decreto di perquisizione locale e informatica. A seguito del rinvenimento di numerosi file pedopornografici sui 12 Hard Disk, tutti attentamente visionati dagli operatori, il soggetto è stato arrestato per detenzione di ingente quantità di materiale pedopornografico e condotto presso la locale casa circondariale. Sarà poi l’analisi approfondita degli hard disk e dei telefoni a ricostruire la fitta rete dei rapporti che il soggetto aveva creato in rete: oltre 200, infatti, sono i contatti rinvenuti e alcuni di questi riconducono anche a paesi stranieri. Per la vivacità negli scambi di materiale pedopornografico, inoltre, il soggetto era stato già oggetto di una segnalazione da parte degli Organi della Polizia Elvetica nell’ambito della attività di coordinamento e cooperazione internazionale demandata al Servizio Polizia Postale di Roma. #essercisempre

See More
No automatic alt text available.

CHROME. Avevamo già parlato del l'adblocker di Chrome e adesso che è ufficialmente attivo è bene spendere altre due parole. Come detto precedentemente non ha la stessa funzione dei programmi simili di bloccare tutta la pubblicità ma solo quella invasiva. Fa questo attraverso la verifica, per ogni sito, della corrispondenza con le linee guida stilate dalla Coalition for Better Ads (associazione composta da importanti attori della scena del web, con il fine di regolamentare le campagne pubblicitarie nell’ottica di una migliore fruibilità delle stesse evitando d’infastidire gli utenti) e genera un Ad Experience Report, che stima la compatibilità dei siti con gli standard di Better Ads. #essercisempre

No automatic alt text available.

WIFI. Molti utenti ci chiedono se è più sicura la rete wireless a 2,4 GHz e l’altra a 5 GHz ormai frequentemente presenti entrambi sui router di casa. Non si riscontrano particolari differenze in termini di sicurezza ma in termini di “affollamento”. Ci spieghiamo meglio: la rete 5 GHz è meno utilizzata in quanto i dispositivi più vecchi non la supportano e a suo favore ha un numero di canali maggiori rispetto a quelli disponibili nella banda a 2,4 GHz. Questi elementi ci permettono di avere prestazioni ottimali della rete 5 GHz anche se di contro questa banda ha più difficoltà a oltrepassare gli ostacoli, come i muri e quindi le distanze raggiungibili sono inferiori rispetto all’altra. Ricordiamo sempre di proteggere la nostra rete con password sicure e non lasciare mai quella impostata di default dal costruttore. #essercisempre

No automatic alt text available.

#FAKENEWS:“SONO TUTTI DA ARRESTARE…per maggiori approfondimenti segui il link
http://www.commissariatodips.it/…/fake-newssono-tutti-da-ar…

Sta iniziando a circolare la notizia secondo la quale le schede elettorali inviate agli italiani residenti all’estero sarebbero prive dei simboli dei partiti di centro destra lasciando supporre che tali voti siano truccati. In realtà si tratta di un titolo “acchiappa click” privo di fondament...
commissariatodips.it
Da oggi è consultabile e scaricabile il Compendio ”Safe Web: osservazione e azione per la protezione degli studenti in rete insieme alla Polizia di Stato” che descrive e orienta gli adulti nel difficile mondo dei ragazzi per prevenire e interpretare fenomeni preoccupanti come il cyberbullismo, ...
commissariatodips.it