Photos
Posts

Il re delle truffe on-line. Chi vuoi che ci caschi? In tanti. Vale sempre la regola 'se è troppo bella per essere vera NON lo è'!
https://m.facebook.com/story.php…

Image may contain: 1 person
Image may contain: 3 people, people standing
Slidell Police Department added 2 new photos.

**Slidell Police Arrest “Nigerian Prince” Fraudster**

After an extensive 18-month investigation, Slidell Police arrested a “Nigerian Prince” responsible for sca...mming people out of thousands of dollars…well sort of.

Most of us have seen the e-mail, or one similar, about a Nigerian Price who claims that you are the named beneficiary in a will, to inherit an estate worth a million or more. Your personal financial information is needed to "prove" that you are the beneficiary and to speed the transfer of your inheritance. Most people laugh at the thought of falling for such a fraud, but law enforcement officials report annual losses of millions of dollars to these schemes.

Slidell Police financial crimes investigators arrested , 67-year-old, Michael Neu (Slidell,LA), for 269 counts of Wire Fraud and Money Laundering. Neu is suspected to have been the “middle man”, and participated in hundreds of financial transactions, involving phone and internet scams, designed to con money from victims across the United States. Some of the money obtained by Neu was subsequently wired to co-conspirators in the Country of Nigeria.

The investigation is on-going, but is extremely difficult as many leads have led to individuals who live outside of the United States.

Slidell Police Chief Randy Fandal hopes this arrest serves as a reminder for Slidell residents to be leery of such scams. Chief Fandal said, “If it sounds too good to be true, it probably is. Never give out personal information over the phone, through e-mail, cash checks for other individuals, or wire large amounts of money to someone you don’t know. 99.9 percent of the time, it’s a scam.”

This scam, along with others, are becoming a common practice all across the United States. If someone call’s you claiming to be an official of a government agency, your local utility company, a law enforcement official, or anything similar, ask for a callback number and verify the person is legitimate.


Public Information Officer - Contact Information
Detective Daniel Seuzeneau – 985-768-7421 or dseuzeneau@slidellpd.com

See More

Articolo interessante per diversi motivi:
1) Lo si legge con la paura che possa essere riferito a noi;
2) Il titolo è fatto proprio per sfruttare uno degli effetti presentati nell'articolo: condivisione compulsiva senza lettura del corpo;
3) Riporta un errore di cui frequentemente parlo, il confirmation Bias;
4) Si conclude con lo stato mentale assolutivo 'su di me NON ha effetto': ne siamo sicuri? ...
Per non subirne l'effetto, per me, è necessario invece mettere a fuoco questi temi per esserne coscienti e limitarne gli effetti.

See More
Il nostro cervello è malleabile e Facebook ci cambia, ci plasma a sua immagine e somiglianza, ci porta a pensare secondo il modo in cui esso stesso funziona.
thevision.com|By Jonathan Bazzi
Posts

"l successo di fake news come questa ci aiuta a ricordare che è proprio quando una storia fa leva sui pregiudizi, sui luoghi comuni e sul sensazionalismo che dobbiamo dubitarne maggiormente, anche se la storia ci arriva da persone che consideriamo attendibili, perché a loro volta possono averla ricevuta da persone che loro ritengono attendibili."

Come mai Facebook ci tiene così tanto alla #sicurezza del mio account? Perché maggior #sicurezza significa maggior #fiducia e maggior #fiducia porta più #business!

Image may contain: text

Stamattina, secondo incontro al Liceo scientifico "E. Curiel" di Padova. #usoconsapevoleinternet. Grazie ragazzi, per l'accoglienza e la vostra partecipazione!
Grazie anche al CICAP Veneto per l'opportunità!
https://m.facebook.com/story.php…

Oggi si è svolto il secondo incontro del nostro Davide Grossato al liceo “Eugenio Curiel” di Padova per la lezione sull’uso consapevole di Internet. Oltre alle foto vi riportiamo uno stralcio della mail di...
veneto.cicap.org
Già la parola non aiuta: ci si annoia anche solo a pronunciarla. Il suo corrispettivo inglese poi non ne parliamo: net neutrality [Continua]
ilpost.it
It looks like you may be having problems playing this video. If so, please try restarting your browser.
Close
727,892 Views
727,892 Views
LORENZO BAGLIONI

Bufale del web? 😬 Gnocche improbabili che ti richiedono l’amicizia? 💁🏼 Truffe da milioni di euro? 💰

E’ nato WEB SIMULATOR, il primo VIDEOGIOCO/CANZONE interattivo che ti insegna a navigare sicuro su internet! 😅😂

Nessuno dei Vangeli li cita: ci sono in un testo apocrifo, il cui autore ha tradotto male un passaggio della Bibbia
ilpost.it

Durante i miei interventi sull' #usoconsapevoleinternet dico che "fa più rumore un albero che cade che non l'intera foresta che cresce" per indicare che su #Internet ci si concentra soprattutto sugli aspetti negativi dimenticando quelli (ben più numerosi) positivi.

Selvaggia Lucarelli riporta un esempio concreto di questo aspetto https://www.facebook.com/selvaggia.lucarelli/posts/10155080885945983

Image may contain: 3 people, people smiling, people standing and suit
Selvaggia Lucarelli

Salto tutta l’introduzione su quanto sono felice che la Toffa stia bene perché è scontata e passo invece a fare una considerazione più generale che proprio la p...artecipazione 2.0 al suo difficile momento mi ha suggerito.

Nadia, prima che si sentisse male, era da giorni nel mirino degli hater per il servizio sul Gran Sasso. Attenzione: parlo di hater, non di chi criticava legittimamente il servizio. (me compresa). Proprio un paio di giorni prima dell’accaduto, guardavo su Twitter e fb quello che le scrivevano e facevo l’ennesima, mesta riflessione su quanto livore si riversi sul web, su quanto qualsiasi inciampo altrui dia modo ai frustrati di sparare un “mi fai vomitare” o “cogliona” che avevano in canna per il vicino di casa che parcheggia male o per uno stipendio basso. In realtà, per me che seguo da tempo anche i gruppi d’odio sul web, non è neppure una sorpresa perché la Toffa, con la Boldrini, me e poche altre, è uno dei bersagli preferiti.
Poi è successo quello che è successo e oggi, sotto al messaggio in cui Nadia dice che sta meglio, c’è 1 milione di persone che la inonda di affetto.

Quindi la verità qual è?
Nadia Toffa è una povera cogliona o una ragazza stimata e amatissima?
La verità è che è molto amata. Divide e fa incazzare come tutti i personaggi che si espongono, che ci mettono la faccia, che sono sempre lancia in resta, che fanno cose belle, che fanno cose così così, che sbagliano, pure, come ha sbagliato lei a volte.
Quelli che la amano non glielo devono ricordare tutti i giorni, perché l’affetto è quella cosa che c’è ed è un “brava” silenzioso, che non ha bisogno di diventare petulante. Quelli che odiano, sì. Sono petulanti. Sono invadenti. Sono molesti. E qui sta il punto. Gli hater non sono la maggioranza, sono solo e sempre i più rumorosi.
È una cosa che cerco sempre di spiegare a chi mi chiede “Come fai con tutto questo odio che ti circonda?”. No, non sono circondata dall’odio. Al contrario, quando sono al bar o per strada, sento solo affetto. Anche sul web, a dire il vero, ricevo moltissimo affetto. Solo che poi ci sono gli hater e uno che ti scrive “puttana” fa più rumore di 1 milione di persone che ti seguono in silenzio, o che mettono un like o che (anche) beatamente ti ignorano.

Non è il numero, è il rumore. E il rumore, per chi se lo sente nelle orecchie costantemente, è faticoso.
Bene. La morale quindi qual è?
È che anche l’affetto dovrebbe imparare a far rumore. Gli hater vanno bloccati, isolati, lasciati a margini. Vanno denunciati quando è il caso. Sputtanati, quando è il caso. Non va permesso loro di organizzarsi e di diventare forti, istigando all’odio collettivo e rimanendosene impuniti. Non devono essere titoli di giornali, non va dato loro un microfono.

Che Nadia Toffa, sul web, passi dall’odio all’amore nell’arco di quei pochi minuti che sono intercorsi tra un servizio infelice e un’ambulanza che se la portava via in tutta fretta, è un corto circuito percepito, ma falso.
È il paradosso di questo momento storico, in cui devi finire tra la vita e la morte, per sapere che quelli che ti odiano sul web sono solo uno sparuto gruppo di teste di cazzo. Rumorosissime però.
E per questo, pericolose.

See More

Al Liceo Scientifico "E. Curiel" di Padova stamattina con i #ragazzi. Si replica il 16/12 grazie al @cicap.veneto https://m.facebook.com/story.php…

Image may contain: 2 people
Image may contain: 1 person, crowd and indoor
Image may contain: 3 people, indoor
Manuela Vento dell'Est Travaglio added 3 new photos.

Liceo Curiel di Padova. Uso consapevole di Internet, Davide Grossato.

Davide Grossato updated their cover photo.
Image may contain: one or more people
Davide Grossato added 15 new photos from April 29, 2017 — in Corbola.
April 29, 2017

Uso Consapevole dello Smartphone con i #genitori

Davide Grossato added 15 new photos from April 22, 2017 — in Ariano nel Polesine.
April 22, 2017

La mia prima volta con gli #studenti di 5a elementare e i bimbi delle medie