Posts

Giorgia Meloni stamattina a Lecce!|

It looks like you may be having problems playing this video. If so, please try restarting your browser.
Close
Posted by Giorgia Meloni
29,862 Views
29,862 Views
Giorgia Meloni was live.
17 hrs

Da Lecce in difesa del Made in Italy

Ci vediamo alle 10:30 in piazza con Giorgia Meloni!

#elezionipolitiche2018

Image may contain: 1 person, smiling, text
Videos
Grande orgoglio! #seitulamiacitta
1K
96
Che pubblico, che squadra, che vittoria... beddhru Lecce nesciu! #lecce #avantilecce #nellatanadeilupi U.S. Lecce
239
8
La Marsigliese in piazza Sant'Oronzo a mezzogiorno. #Lecce contro le barbarie. Lecce abbraccia i parigini e la Francia. #Paris #ParisAttacks
192
14
Photos
Posts

Vi aspetto alle 17:30 a Squinzano!

#elezionipolitiche2018

Image may contain: 1 person, smiling, standing and text

Sono pronto a dimettermi e quindi sono favorevole, anzi favorevolissimo, a sciogliere questo Consiglio comunale e a tornare al voto.

Questa fallimentare esperienza amministrativa, secondo me, deve finire perché non si può accettare che Lecce sia governata come è successo sino a oggi, da un sindaco e da assessori disorientati e senza alcuna idea. È come se lo slancio di una città che è cresciuta costantemente in questi anni si fosse improvvisamente arrestato, ad eccezione di p...oche iniziative propagandistiche e ideologiche e di qualche taglio del nastro a cose pensate e messe in cantiere negli anni scorsi. C’è un diffuso malcontento tra i leccesi, anche tra coloro che hanno votato Salvemini e la sua coalizione. Ecco perché ritengo che tornare alle urne, affidarsi di nuovo alla volontà dei nostri concittadini, sia la soluzione migliore. Purtroppo, la mia idea non è condivisa dall’unanimità dei consiglieri di centrodestra e siccome sono necessarie 17 firme (mi risulta che anche il consigliere Valente dei 5Stelle sia contrario) per determinare lo scioglimento del Consiglio, questa strada allo stato dei fatti non è percorribile. Non approvo la scelta di chi non vuole dimettersi, ma la rispetto.

È a dir poco singolare però che un Sindaco, cui la città ha affidato la responsabilità dell’amministrazione e che ha gli strumenti per scegliere in piena autonomia se proseguire o porre fine a questa esperienza, decida di affidarsi alle decisioni degli altri. Anche lo spauracchio del commissariamento è un giochetto per imbrigliare l’opinione pubblica, perché sarebbe bastato che Salvemini si fosse dimesso prima della sentenza, quando tutto il mondo aveva capito come sarebbe andata a finire e quando ci sarebbe stato il tempo sufficiente per scongiurare un commissariamento lunghissimo. Lasciandosi anche la possibilità di ritirare le dimissioni nel caso di una pronuncia a suo favore da Roma, esito a cui comunque non credeva nessuno. E poi, in tutta franchezza, se si dimettesse oggi e arrivasse il commissario, non sarebbe una sciagura. Anzi, una gestione commissariale in questo momento è preferibile a quella a cui abbiamo assistito in questi mesi.

Per fare il sindaco ci vuole coraggio e Salvemini in questo passaggio ha dimostrato di non averne. Speriamo lo trovi perché il destino di questa consiliatura è nelle sue mani, non nelle nostre. La città aspetta decisioni da lui, è stato eletto per questo, non per giocare a nascondino.

#Lecce #anatrazoppa

See More
Image may contain: table and indoor

ANATRA ZOPPA, ESITO INEVITABILE

Alla fine è andata come tutti sapevano che sarebbe andata, a fronte di una legge che sul punto è molto chiara (e di una giurisprudenza inequivocabilmente in linea) e di un verdetto "innovativo" da parte della commissione elettorale.

La vicenda, da un lato, evidenzia una volta di più la debolezza della politica o di una parte di essa, che ha strumentalizzato la situazione facendo intendere all'opinione pubblica che questa legge fosse una legge ...dalle diverse interpretazioni. Insomma, eludendo surrettiziamente un esito inevitabile. L'onestà intellettuale di Carlo Salvemini avrebbe dovuto suggerirgli di dichiarare ai leccesi sin dal primo giorno di aver ricevuto un mandato a metà. Senza dubbio sindaco di Lecce, ma con una composizione del Consiglio comunale tale da obbligarlo a governare senza poter ignorare il programma del centrodestra. Si è trattato comunque di un colpo inferto alla regolare vita democratica della istituzione comunale leccese, visto che è rimasto in piedi per dieci mesi un Consiglio illegittimo e visto che è servito così tanto tempo per avere giustizia. Cosa sarebbe successo a parti invertite? Salvemini avrebbe accettato il verdetto o avrebbe inscenato il funerale sfilando con la bara della democrazia per le vie della città?

È chiaro che si apre adesso una fase delicata per l'ente e per la città. Il pallino è nelle mani di Carlo Salvemini che dovrà rispettare questo verdetto da un punto di vista politico e amministrativo oppure trarre altre conseguenze.

#Lecce #anatrazoppa

See More
Image may contain: outdoor

Ho firmato anch’io oggi a Roma gli impegni solenni di Fratelli d'Italia. Per il lavoro, la sicurezza, il sociale, le famiglie, per un Paese forte e autorevole. Soprattutto per un impegno politico che sia leale, onesto, libero e soprattutto coerente e contro gli inciuci del giorno dopo le elezioni.

#elezionipolitiche2018

No automatic alt text available.
Image may contain: 1 person, text

L'Italia delle storie belle. Complimenti alla barista che ha consegnato alla polizia un portafogli smarrito (poi restituito al viaggiatore distratto) con sei mila euro. Non so quanti avrebbero fatto la stessa cosa al suo posto.

#Italia #storiebelle

Il borsellino restituito a una turista che era già a bordo e stava per partire per Milano
corriere.it

Le nostre forze dell'ordine vivono una situazione di quasi emergenza, la cui risoluzione non è più rinviabile. Condizioni assurde, organici ridotti all’osso e risorse striminzite, che contribuiscono a difficoltà e umiliazioni continue. Tutto questo è frutto delle scelte degli ultimi governi che, complice certa Sinistra, hanno calpestato prerogative e rivendicazioni del comparto, contribuendo a un generale senso di smarrimento e insicurezza dei cittadini.

Quello che serve è l...a cartolarizzazione o altre forme di privatizzazione del patrimonio immobiliare costituito dai beni sottratti alla mafia al fine di trarre risorse che nella misura del 50% complessivo possano rimpinguare il comparto sicurezza. C’è bisogno di stipendi e straordinari finalmente dignitosi e, peraltro, adeguati a quello degli operatori della sicurezza degli altri Stati europei. C’è bisogno di dotazioni di mezzi e strumenti che siano tecnologicamente e operativamente in grado di contrastare la criminalità, piccola e grande. C’è bisogno, infine, di far crescere gli organici delle forze dell’ordine.

See More
It looks like you may be having problems playing this video. If so, please try restarting your browser.
Close
Posted by Paolo Perrone
363 Views
363 Views

Il mio San Valentino e’ stato proprio 👍🏻: con il mio grande amore.
Mia figlia Marta
❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️

Image may contain: 2 people, people smiling, people standing

“…. Amore non è Amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro s'allontana. Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai; è la stella-guida di ogni sperduta barca, il cui valore è sconosciuto, benché nota la distanza. Amore non è soggetto al Tempo, pur se rosee labbra e gote dovran cadere sotto la sua curva lama; Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio: se questo è errore e mi sarà provato, Io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato”. (William Shakespeare, Sonetto 116).

Buon San Valentino a tutti!

#SanValentino

Ha un senso quindi Di Battista che dice "rincoglioniti" agli italiani. Perché semplicemente questi Cinque Stelle pensano di poterli serenamente prenderli in giro e truffarli i cittadini di questo Paese.

Non credo siano solo dei pasticcioni, sono una banda di furbi. O almeno sono furbi quelli che hanno fatto finta di rimborsare, tradendo un apprezzabile caposaldo del movimento. Restituite parte del compenso? Bravi, ma fatelo davvero. E controllate, altrimenti è solo una oper...azione populistica e superficiale. In ogni caso il nostro Paese, che certo non vanta la più brillante delle classi politiche, non merita di essere governato da loro, protagonisti di questa storia imbarazzante.

È il caso adesso di chiudere l'epoca delle lezioni di moralità grillina. Adesso qualche ripasso serve a loro, a Di Battista, a Di Maio. A proposito, il candidato premier sapeva o è caduto dal pero come noi tutti in queste ore (e non so cosa è peggio...)?

#ElezioniPolitiche2018 #RimborsopoliM5S

See More
Image may contain: one or more people

Massima solidarietà al carabiniere accerchiato e malmenato, emblema della condizione delle nostre forze dell'ordine ancora una volta chiamate a fronteggiare queste situazioni in evidente inferiorità, numerica e organizzativa. È una indecenza, chi deve garantire la nostra sicurezza e l'ordine pubblico non può continuare a lavorare in questo modo.

E c'è un altro motivo per essere arrabbiati. Mentre noi siamo atterriti di fronte a queste immagini, non sento e non leggo parole d...i solidarietà, di indignazione, di condanna dai tanti "eroi" della intermittente sinistra italiana, che si accende (giustamente, per carità) solo quando negli scontri di piazza spunta un manganello usato impropriamente. Stavolta tutti in riga, silenziosi, a coprire degli esaltati con le mazze e il volto coperto che attaccano uomini in divisa.

Tutti in riga, silenziosi, anche i media che per un fatto così grave, spia di un problema enorme, non trovano spazio o lo trovano solo in secondo piano. Forse per non disturbare la campagna elettorale del governo uscente?

#elezionipolitiche2018 #sicurezza

See More
Un carabiniere accerchiato e aggredito da manifestanti
ansa.it

Lo #Stato Sociale mi piace, la loro canzone mi mette allegria. Che ne dite?

#sanremo2018